top of page
Worker with Ladder

Flusso Automatico Email Carrello
(scopri l'importanza dei flussi email carrello nella tua strategia di marketing online)

Flussi Automatici Email

I flussi di posta elettronica automatici possono generare fino al 45% della tua fatturazione totale: è una parte molto importante e preziosa della tua strategia di marketing e, soprattutto, l'unica che non richiede un lavoro costante.

Infatti, contrariamente alle campagne email, che devi preparare ogni volta e a seconda del tipo di lista a cui decidi di recapitarle, i flussi vengono preparati una sola volta e poi funzionano per sempre. Esatto! Se la guardiamo così, dal punto di vista del tempo investito e del ritorno finanziario, è senza dubbio il mezzo economicamente più redditizio a nostra disposizione.

Se queste informazioni da sole non sono sufficienti per te (sarebbe alquanto strano), aggiungerò un'altra cosa: è incredibilmente facile da configurare e richiede pochissimo lavoro iniziale. Chiaramente, e come ripetiamo sempre nei nostri corsi, è importante monitorare i risultati ogni mese, per vedere se si possono apportare delle migliorie che aumentino il ritorno economico, ma solo quello e niente di più.

Quando parliamo di flussi automatici, abbiamo 4 diverse famiglie: 

  • Pre-sale

  • Checkout abbandonato e navigazione abbandonata

  • Up-selling

  • Cross-selling

CHECKOUT ABBANDONATO

I flussi automatici del carrello abbandonato sono flussi che, a determinate condizioni, possono generare fino al 5-10% della fatturazione totale.

Questo è il flusso finale del nostro ciclo di flusso automatizzato ed è la nostra ultima possibilità di convertire un potenziale cliente in un vero cliente.

Secondo i dati di Sendcloud, oltre l'80% delle persone abbandona il carrello prima di completare l'acquisto, il che ci dà un'altra misura di quanto possa essere importante in alcuni casi, preparare un'e-mail automatica per provare a convertire queste persone che erano ad un passo dalla finalizzazione del processo di acquisto.

La prima cosa è capire che se una persona è arrivata fino al punto di aggiungere i prodotti al carrello e iniziare il pagamento (ovvero si trova già nella pagina di checkout e ha aggiunto la propria email, oppure si è registrata nelle nostre liste ed è uscita prima della fine del checkout) significa che è veramente interessata ad acquistarli, ma potrebbe essere successo di tutto:

  • Potrebbe aver avuto un contrattempo dell'ultimo secondo

  • Potrebbe non avere una carta a portata di mano per completare l'acquisto

  • Potrebbe essersi resa conto che vuole più prodotti

  • Potrebbe decidere di aspettare tempi economici migliori (siamo a fine mese e non vuole spendere altro)

Queste sono motivi ragionevoli, ma non sono qualcosa di negativo. Perché a tutti può capitare una delle cose sopra descritte e sicuramente ce ne sono molte altre.

Quindi il nostro compito qui è semplicemente ricordare alla persona che ha un carrello aperto con noi, che siamo qui per risolvere qualsiasi dubbio e guidarla attraverso il processo di acquisto e, infine, che possiamo persino offrire un incentivo per completare l'acquisto ora invece che in futuro (vedremo come).

Affinché il flusso sia completo e più efficace, programmeremo 4 email (come per il flusso di pre-sales), perché come abbiamo già spiegato in altre occasioni: ogni email può generare vendite (e anche se è solo una in più, meglio averla, perché la cosa più probabile è che una persona che riceve le 4 mail e non compra, non comprerà mai più, a meno che non ci siano offerte particolarmente allettanti come il Black Friday) (chiaramente, come i flussi di pre-sales, in questo caso anche le prime email convertono di più delle ultime, ma questo dipende molto dal tipo di prodotto e dalla promozione offerta).

Le email devono essere programmate come segue:

  • EMAIL 1: dopo 4 ore: ricordiamo che abbiamo il suo carrello ancora pronto per non fargli perdere nessun prodotto e che lo teniamo solo per lui/lei

  • EMAIL 2: dopo 20 ore: iniziamo a mettergli fretta dicendo che per molti dei nostri prodotti abbiamo poca disponibilità e possiamo tenerli solo per circa altre 24 ore; Inoltre, cerchiamo di dirgli qualcosa sul marchio che aumenti la sua empatia verso il nostro marchio e qualcosa sulla nostra politica di reso gratuito di 30 giorni (in pratica dobbiamo rimuovere eventuali elementi di resistenza che il cliente può avere senza nemmeno saperlo).

  • EMAIL 3: Dopo altre 24 ore: Iniziamo con lo sconto, dicendogli che ha solo 24 ore per usarlo e che glielo diamo perché preferiamo che sia soddisfatto ora piuttosto che dover aspettare di più. Per quanto riguarda lo sconto, deve essere la stessa percentuale dello sconto di prevendita, in modo da non generare conflitto, anche se il codice deve avere un altro nome (perché in questo modo sarà più facile rintracciare i risultati sul nostro sito e perché il cliente la percepirà come una promozione diversa)

  • EMAIL 4: dopo altre 18 ore: diciamo che sono le ultime 6 ore ed è tutto finito. Gli mostriamo le recensioni positive dei nostri clienti e gli ricordiamo la nostra politica di resi gratuiti per 30 giorni.

Ora vedremo come dovrebbe essere il flusso di carrello abbandonato in Klaviyo:

Per quanto riguarda la prima condizione, occorre fare una precisazione:

Oltre a introdurre come condizione iniziale quando qualcuno ha avviato il checkout, dobbiamo anche dirgli che non ha ricevuto alcuna email negli ultimi 7 giorni, dove l'oggetto della stessa è lo stesso dell'oggetto che hai inserito nella prima email di flusso automatico di pre-sale.

Questo è molto importante, perché in questo modo ti assicuri che l'email di checkout abbandonato arrivi solo alle persone che non possono più utilizzare il codice sconto per il primo acquisto. Altrimenti, entrerebbero in conflitto e mescoleresti le promozioni.

Ora ti mostreremo direttamente il flusso sia nei suoi aspetti tecnici (affinché funzioni correttamente), sia nella parte più importante relativa alle email che dovrai personalizzare, anche se in realtà potrai farlo replicano il 90% delle email, quindi dovrai solo modificare alcune informazioni per adattarle meglio alla tua attività e alle condizioni che hai (come la politica di resi e alcuni aspetti esclusivi del tuo marchio, come il fatto che crei il prodotti a mano o che sono made in italy o biologici al 100% o qualcosa del genere).

In ogni caso, la nostra raccomandazione durante la creazione del flusso è di utilizzare il formato del carrello abbandonato di Klaviyo (ne ha già uno preconfigurato) e verificare di avere le condizioni che descriveremo ora. Il motivo è semplice: se utilizzi il flusso preconfigurato di Klaviyo, avrai già pronte le email con il carrello prodotto che ogni potenziale cliente ha lasciato (perché rimanda direttamente al tuo sito web), così ti risparmierai la fatica di dover farlo da solo; quindi è meglio utilizzare questo formato e poi procedere alla correzione delle condizioni di flusso e, successivamente, del testo delle email.

Come puoi vedere, tutte le email hanno una configurazione simile. Ora proporremo alcune email di esempio di un carrello abbandonato dalla nostra azienda demo, ricordando i punti sopra descritti e che ogni negozio cambia a seconda del prodotto venduto.

 

EMAIL 1:  

Oggetto: Una sorpresa per te…

Testo pulsante: Tornare al tuo carrello

Testo email:

La sorpresa è il tuo carrello, che non voleva essere lasciato solo.

L'abbiamo conservato per te come ringraziamento per aver visitato il nostro sito.

[prodotto del carrello della tua piattaforma web]

Pulsante CTA

Ma non potremo tenerlo per sempre, perché ci sono anche altre persone che lo vogliono e non sarebbe giusto. Quindi completa il tuo acquisto il prima possibile e ricorda che con noi puoi sempre contare su:

[aggiungere elementi di marca esclusivi come la politica di resi gratuita, la qualità del prodotto, le recensioni dei clienti, la spedizione gratuita, ecc.]

Pulsante CTA

E in caso di qualsiasi dubbio, ricorda che puoi contattarci tramite [aggiungere contatti] 


 

EMAIL 2:  

Oggetto: Restano 24 ore

Testo pulsante: Completa il tuo acquisto

Testo email:

Abbiamo aspettato il più possibile, ma non ce la facciamo più.

Altre persone vogliono lo stesso prodotto e non possiamo tenerlo bloccato per sempre perché abbiamo una disponibilità limitata, quindi tra 24 ore scomparirà insieme al tuo carrello.

[prodotto del carrello della tua piattaforma web]

Pulsante CTA

Quindi non perdere tempo e acquistalo prima che qualcun altro lo faccia prima di te.

Dopo potresti non trovarlo più...

P.S.: guarda i commenti lasciati dalle persone che ti hanno preceduto; puoi vedere cosa ti aspetta...

Pulsante CTA


 

EMAIL 3:

Oggetto: Sicuramente non lo sapevi…

Testo pulsante: Voglio il mio 10% di sconto

Testo email:

Codice sconto del 10% per completare l'ordine, solo per te.

Forse non lo sai, ma la nostra missione è… [parlare dei tuoi valori e dell’origine del tuo brand]. Per renderlo realtà, vogliamo che tu sia uno dei nostri e per dimostrarti quanto ci teniamo, ti lasciamo un codice sconto esclusivo del 10% che puoi utilizzare per completare l'ordine. Il codice è: [nome codice sconto].

Pulsante CTA

[prodotto del carrello della tua piattaforma web]

Ricorda che i nostri prodotti hanno disponibilità limitata, e quando finiranno dovrai aspettare mesi per ritrovarli. Allora, cosa stai aspettando?

Completa il tuo acquisto ora che hai questo codice sconto del 10%.

P.S. Lo sconto scade tra 24 ore. Fai in fretta.

Pulsante CTA


 

EMAIL 4:

Oggetto: Le ultime 6 ore saranno decisive

Testo pulsante: Compra con il 10%

Testo email:

[immagini delle recensioni]

Pulsante CTA

Avevi mai visto così tante stelle?

Onestamente, restiamo a bocca aperta ogni volta che le vediamo...

La verità è che con clienti così non abbiamo bisogno di pubblicità.

La decisione è tua e sappiamo che non è facile, ma sai già cosa ti perderai se non lo fai (e non lo diciamo solo noi...)

Non perdere tempo, il tuo codice sconto del 10% scade tra 6 ore. Usalo: 

[nome codice sconto].

[prodotto del carrello della tua piattaforma web]

Restano 6 ore e non avrai più il tuo prodotto bloccato. La decisione finale è tua!

Pulsante CTA

TRUCCO EXTRA*: Puoi provare a creare un flusso alternativo molto simile per quelle persone che hanno già acquistato una volta (i tuoi clienti) e che mettono un prodotto nel carrello e poi lasciano il tuo ecommerce. In questo caso è sufficiente clonare il flusso Checkout Abbandonato e modificare la condizione iniziale del trigger (appena premiamo il pulsante Clone Flow, comparirà una schermata dove dovremo scrivere il nome del flusso e scegliere il trigger: qui è dove invece di Started Checkout metteremo Added To Cart - come nella prima immagine), e anche nella parte dei filtri, aggiungeremo una condizione AND a quella che abbiamo già: questa condizione è che qualcuno ha acquistato almeno una volta (seconda immagine).

 

 

Per quanto riguarda le e-mail, le lasceremo tutte così come sono e modificheremo solo leggermente il testo della prima e-mail dicendo al cliente che conosce già la qualità dei nostri prodotti e sa che sono tutti con scorte limitate e che è conveniente per lui completare l'acquisto ora. Metteremo anche un soggetto diverso: "Una sorpresa per te che ci conosci..."

Tutto il resto del flusso (giorni tra un'email e l'altra) e le 2-3-4-5 mail rimangono invariate.

È un approccio diverso che potrebbe riservare delle sorprese positive, perché la persona che la riceve si identificherà maggiormente con questo tipo di email.

Ora, devi ricordare che, se decidi di utilizzare anche questa variazione del flusso, dovrai modificare il filtro del normale flusso del carrello abbandonato (il precedente), perché dovrai dirgli di non inviare alcun e-mail ai tuoi clienti; Per farlo devi solo modificare questa parte:

 

 

TRUCCO EXTRA**: una volta che hai il flusso attivo per almeno un mese (in modo da avere dati da guardare, una possibilità sarebbe quella di ridurre il tempo di attesa del flusso per l'invio della prima email da 4 ore a 1 ora. Alcuni studi mostrano che in base al tipo di attività, le email di carrello abbandonato inviate entro la prima ora, finiscono per convertire di più, quindi quello che suggeriamo sempre è testare, guardare i risultati per il primo mese e poi testare un altro mese riducendo il tempo di attesa solo della prima email e controllare i risultati (così saprai quale opzione scegliere). Alla fine di questo documento (dopo il flusso di navigazione abbandonato), ti lasceremo un esempio dell'analisi che abbiamo fatto con il nostro sito demo, in modo da comprendere appieno il tipo di test per scoprire quale caso si applica meglio al tuo.

 

TRUCCO EXTRA***: Puoi anche aggiungere una quinta email che viene inviata una settimana dopo la quarta email (questo è lo stesso principio utilizzato per la quinta email in più del flusso automatico di presales, vale a dire, anche se è vero che normalmente questi flussi funzionano di più nei primi giorni, è anche vero che molte volte alcuni potenziali clienti potrebbero ringraziarci per un ultimo "reminder" dopo 7 giorni aggiuntivi, dato che potrebbero essere stati impegnati prima (magari erano in ferie). L'idea sarebbe sempre quella di giustificare quell'e-mail con un possibile "guasto tecnico" e che proprio per questo non siamo sicuri che la persona abbia ricevuto la nostra ultima email: una volta detto questo, possiamo offrirgli lo stesso sconto senza ulteriori indugi. È l'ultima risorsa, ma come diciamo sempre ai nostri clienti, anche se con questa e-mail uscirà solo un'altra vendita, ne sarà valsa la pena, quindi non c'è motivo per non farlo.

Per creare quest'ultima parte del flusso, dovremo impostare la condizione per attendere 7 giorni dall'ultima email, e copiare gli split condizionali dal resto del flusso (0 ordini effettuati dall'inizio del flusso). E non ci resta che aggiungere la mail, scritta guardando la quarta mail, ma con qualche piccolo aggiustamento.

Per prima cosa vediamo il flusso che deve essere aggiunto:

 

Per quanto riguarda questa quinta email, un esempio potrebbe essere il seguente:

EMAIL 5 (OPZIONALE)

Oggetto: Non ci crederai mai

Testo pulsante: Codice sconto [nome codice]

Testo email:

Ci dispiace!

Non so se è capitato anche a te, ma la scorsa settimana alcune mail non sono state inviate correttamente per un guasto tecnico, e quindi ti scriviamo di nuovo perché ci sembra ingiusto che tu perda uno sconto per colpa nostra.

Quindi, senza ulteriori indugi, ricorda che PER SOLE 24 ORE hai a tua disposizione un codice sconto del 10% per completare l'ordine del tuo carrello!

[prodotto del carrello della tua piattaforma web]

Pulsante CTA

P.S. Fidati di noi e della nostra politica di reso gratuito, come hanno fatto migliaia di clienti che ci hanno già lasciato 5 stelle

Pulsante CTA



 

A proposito, in merito a questa quinta email di checkout abbandonato, vi lasciamo con una strategia un po' insolita e un po' rischiosa, adatta solo a un numero limitato di brand, ma che alla fine potrebbe darvi grandi soddisfazioni. Potremmo dire che è una tipologia alternativa di quinta email e per questo la descriviamo anche qui, nonostante sia presente nei TIPS VARI dei nostri moduli.

Per entrare a pieno nella strategia, si basa sull'invio di un prodotto in omaggio a tutte quelle persone che entrano nel nostro sito, iniziano il checkout (aggiungendo i dati di spedizione) e poi abbandonano la navigazione e che non rispondono ai flussi di email predisposti.

L'efficacia di questa strategia si basa sull'eliminazione delle resistenze all'acquisto, cioè all'inizio molte persone non completano il loro primo acquisto perché non si fidano al 100% in un prodotto, ma chiaramente ricevendo un prodotto in omaggio, potranno rendersi conto della nostra qualità ed è molto probabile che dopo questo regalo continueranno ad acquistare nel nostro negozio e diventeranno clienti fedeli. Sarebbe ancora meglio lasciare una lettera inviata dallo stesso responsabile del brand che dice chiaramente che, essendo così sicuri dei loro prodotti, vogliono fare quel regalo in modo che la persona possa toccarne la qualità in prima persona.

Ora che sappiamo come funziona, possiamo anche capire facilmente quali sono le condizioni per attuare questa strategia e sapere quando conviene farlo; queste condizioni sono:

  • che la persona che ha abbandonato il checkout non abbia mai acquistato nel nostro negozio online (perché se così non fosse basterebbero i flussi di email, visto che non hanno resistenze all'acquisto, ma magari semplicemente non hanno soldi o tempo per comprare in quel momento, ma lo farà in seguito).

  • che abbiamo un modo per avere a disposizione le sue informazioni di spedizione (potremmo anche risolvere questo punto modificando leggermente l'ultima email del flusso del carrello abbandonato precedentemente preparato; cioè, invece di offrire uno sconto, proponiamo di darci il suo indirizzo email per inviargli un prodotto regalo); In questo modo possiamo anche essere sicuri che siano veri potenziali clienti che leggono le nostre mail e non persone che sono entrate per sbaglio o hanno provato a fare il checkout senza reale interesse.

  • che il nostro ticket medio è relativamente alto rispetto al costo totale del "regalo" (costo prodotto + costo spedizione).

  • che il LTV dei nostri clienti è alto: se un cliente del nostro brand acquista solitamente più volte in un anno, allora il valore dello stesso cliente non sarà pari al ticket medio del nostro negozio, ma al valore del ticket medio moltiplicato per il numero di volte che acquisti in un anno o in tutta la tua vita (questo chiaramente cambia tutto, perché se un cliente invece di spendere 50 euro l'anno, spende 300 euro l'anno, allora vuol dire che potremo spendere di più per acquisirlo la prima volta e convincerlo ad essere nostro cliente). Per questo motivo è una strategia particolarmente consigliata per i brand che vendono cibo o prodotti di facile consumo, perché è probabile che compreranno più volte nel nostro punto vendita entro lo stesso anno, aumentando per noi il valore del cliente.

  • che i costi di acquisizione di un nuovo cliente sono superiori ai costi totali del "regalo": ad esempio, se calcoliamo che con gli annunci a pagamento dobbiamo investire 40 euro per convincere un nuovo cliente all'acquisto, mentre i costi di un regalo sono 20€ ma sappiamo anche che in seguito quel cliente comprerebbe ancora da noi (perché ha un LTV più alto), potremmo tranquillamente valutare la possibilità di aggiungere questi 20 euro di spese per acquisire quel determinato cliente.


 

NAVIGAZIONE ABBANDONATA

Prima di chiudere l'argomento di questo tipo di flusso automatico, vogliamo proporre anche l'idea di un flusso automatico di navigazione abbandonato, ovvero quando l'utente non ha nemmeno aggiunto il prodotto al carrello, ma lo ha visualizzato e quindi è uscito dalla navigazione.

In questo caso, potrebbe essere utile un promemoria di ciò che si perderà con un'email. È vero che non è qualcosa che si sente spesso, ma proprio per questo potrebbe essere qualcosa che ti differenzia dalla concorrenza. Ora, l'importante è non inviare email a persone che magari si sono trovate a navigare nel nostro sito per qualche fatalità ma che in realtà non sono interessate, quindi potrebbe essere importante mettere qualche filtro in più, in modo che questo tipo di email raggiunga solo le persone che già ci conoscono (ad esempio, che sono già entrate nel nostro sito almeno una volta, o che hanno passato più di due minuti a navigare, perché è chiaro che se restano così a lungo allora sono interessati).

Una volta impostate queste due condizioni alternative (ovvero in Klaviyo, con il comando OR e non AND), possiamo preparare una mail simile alla mail del carrello abbandonato, ma sottolineando gli elementi di differenziazione che ha il nostro brand: ad esempio, la spedizione GRATUITA, la garanzia di 60 giorni, la nostra prova sociale e il nostro codice sconto. In questo caso sarà una sola email, ma potrebbe bastare per recuperare una vendita; Inoltre, in media il tasso di apertura di questo tipo di email è superiore al 60%, il che può aiutarci anche con la nostra autorità per Google. A proposito, ricorda di lasciare una CTA molto evidente, e come landing page, metti la pagina dei top venduti o delle novità, per aumentare le tue possibilità.

Vediamo nel dettaglio come creare questo flusso con Klaviyo: seleziona Flussi e poi Crea flusso. Negli stessi suggerimenti selezioniamo BROWSE ABBANDONMENT e ancora una volta clicchiamo su create flow.

 

Una volta all'interno del flusso dovremo dare il Trigger (Viewed Product) e successivamente ai Filtri di Flusso.

 

Dobbiamo mettere insieme 3 condizioni (con AND): che l'utente non abbia mai avviato il checkout, che non abbia mai completato un acquisto e che non sia mai stato nello stesso flusso negli ultimi 15 giorni. Ora facciamo clic su Salva (sotto abbiamo un'immagine per vedere queste condizioni in Klaviyo).

Dobbiamo solo scrivere il testo dell'email seguendo le istruzioni spiegate sopra. Puoi iniziare dicendo che di solito metà o più di coloro che scoprono i tuoi prodotti finiscono per acquistare e che vuoi che anche questa persona faccia parte di quella percentuale.

E aggiungi che offri uno sconto sul primo acquisto, che hai la spedizione gratuita, resi gratuiti fino a X giorni e che le tue recensioni sono positive. E finisci tutto salutando.

 

Terminata la mail ricordati sempre di salvare il flusso e di attivarlo mettendolo in LIVE. Vediamo un esempio di email:


 

EMAIL

Oggetto: Hai visto qualcosa di interessante?

Testo pulsante: Compralo adesso

Testo email:

Davvero, cosa stai aspettando?

Sappiamo che stavi guardando quel prodotto e possiamo dirti una cosa con certezza: trattandosi di un prodotto con disponibilità limitata, rischi che ti venga rubato da sotto il naso prima di prendere una decisione.

[prodotto selezionato nella tua piattaforma web]

Pulsante CTA

Se non sai deciderti, pensa ad altri che hanno già acquistato lo stesso prodotto prima di te e che sono rimasti soddisfatti. Inoltre, ricorda che puoi sempre restituirlo GRATIS entro 60 giorni. Allora di cosa ti preoccupi?

Non perdere altro tempo e acquistalo prima che lo faccia qualcun altro.



 

Ora, come ti abbiamo promesso all’inizio del documento, ti mostreremo un test che abbiamo fatto per scoprire i tempi di attesa più adatti al nostro sito pilota, per il carrello abbandonato e i flussi di navigazione abbandonati (ingrandisci se non vedi i numeri correttamente).

 

Come puoi vedere è stato molto semplice:

  • Per prima cosa abbiamo copiato i dati degli ultimi 30 giorni della prima email di ogni flusso (che puoi trovare in klaviyo semplicemente cliccando sull'email del flusso - appare sul lato sinistro) [nell'immagine sopra sarebbero tutte le tavole nella parte superiore]

  • In secondo luogo, abbiamo aspettato 30 giorni e abbiamo fatto la stessa cosa, mettendo i risultati nella parte bassa dell'immagine.

  • Infine, dobbiamo solo guardare i valori importanti (in questo caso il tasso di apertura e il tasso di clic) per vedere per ogni flusso, qual è l'opzione del tempo di attesa che dà i migliori risultati.

  • Nel nostro esempio, per il classico flusso carrello abbandonato, l'email inviata dopo 1 ora ha dato risultati migliori perché, oltre ad avere un tasso di apertura leggermente più alto, ha visto aumentare molto anche il tasso di clic. Invece, per il flusso di carrello abbandonato destinato ai clienti, i risultati sono migliori se aspettano 4 ore prima di inviare la prima email. Per il flusso di navigazione abbandonata i risultati sono più uniformi, quindi non sarebbe male fare più test, ma come regola generale, tra open rate e click rate, per i flussi sarebbe meglio dare priorità al tasso di apertura, per cui l'email inviata dopo 4 ore ha avuto risultati migliori (oltretutto ha avuto anche una percentuale di ordini più alta).

bottom of page